• Riflessioni dopo il confronto fra i 7 candidati organizzato da Vivere Senigallia


    1Senigallia 18/09/2020 – Siamo alle ultime battute della campagna elettorale e i candidati a Sindaco della nostra città ci hanno offerto lo “spettacolo pirotecnico” che il covid-19 ci ha sottratto a fine estate. Giovedì sera al Teatro La Fenice si è tenuto un confronto tra i 7 candidati con l’esplosione degli ultimi colpi in resta!

    Gli ottimi giornalisti di Vivere Senigallia hanno posto agli intervistati domande sui principali temi che riguardano il governo della nostra Città. Nel dettaglio: Ambiente ed Ecologia, Piano Regolatore ed Urbanistica, Viabilità, Sanità, Turismo. Come il nostro candidato Paolo Molinelli ha sostenuto negli incontri con i Cittadini delle frazioni e della città, tutti gli argomenti sono oggetto di attenzione del nostro programma. La riprogettazione del bacino del Misa, con una più attenta manutenzione del fiume in tutta la sua lunghezza, in partecipazione con tutti i comuni della vallata, ma soprattutto alla foce, con il ripristino delle profondità del bacino, la ristrutturazione dei ponti rendendoli a campata unica, in modo da consentire lo scorrimento dell’acqua verso il mare. Progetto da integrare non solo per la sicurezza ma anche per l’ambito paesaggistico, naturalistico e turistico. Una maggiore attenzione al verde cittadino, riportando la manutenzione in capo al Comune, ma soprattutto impedendo la cementificazione del territorio oltre i limiti già raggiunti (un esempio: Parco della Cesanella, “solita” incompiuta, e Parco delle Saline “non pervenuto”!).

    La riprogettazione della viabilità con rafforzamento strutturale dei ponti esistenti e la costruzione di uno nuovo, per consentire il mantenimento della pedonalità del ponte II Giugno e la rimodulazione della viabilità; costruzione di parcheggi multipiano, attigui al centro storico, per un facile accesso al centro a favore di persone ed attività economiche e commerciali. Utilizzo di “tutte le armi” a disposizione del Primo Cittadino per contrastare lo svuotamento del nostro ospedale a favore di altri presìdi; la creazione di una Cooperativa Sanitaria Comunale, che in convenzione con la Regione, utilizzi in orari e giornate di inutilizzo ambienti e attrezzature ospedaliere per la diagnostica e le visite specialistiche, come già avviene in altre regioni. Sfruttare la potenzialità ricettiva della nostra città non solo per il turismo balneare e per gli eventi estivi, inserendo progetti che convoglino turisti tutto l’anno, con attività enogastronomiche, sportive, storico-culturali e religiose e coinvolgendo le belle località dei dintorni. Non ultimo la riqualificazione del Porto turistico e commerciale, che possa attrarre per il diporto e le attività artigianali connesse, che un tempo erano uno dei fiori all’occhiello di Senigallia.

    Come Liste Civiche ‘Noi Cittadini’ e ‘Senigallia Bene Comune’ abbiamo presentato un programma dettagliato, serio, rigoroso, con le necessarie coperture economiche, che si occupa di tutto quello che la nostra Città ha bisogno e vorremmo realizzare. Al di là di tutto quello che abbiamo ascoltato negli ultimi giorni, giovedì sera in particolare e che ci ha fatto riflettere sulla curiosa apparente “coincidenza” o somiglianza di molti dei progetti esposti, invitiamo i lettori a consultare i programmi che ogni Lista ha depositato in Comune il 21 di agosto e che rappresentano l’impegno scritto che ogni candidato ha preso con la città.

    Le nostre due Liste CIVICHE sono nate con l’avvicinarsi di cittadini senigalliesi, delusi dai partiti, che pur avendo provenienze e ideologie diverse, hanno saputo integrarsi per il perseguimento del comune scopo di dare a questa bella Città quello che merita. Le nostre diversità hanno dato solo ricchezza di idee e confronto democratico, senza pregiudiziali ideologiche. Votare Paolo Molinelli Sindaco è l’unica possibilità di cambiamento di una politica vecchia e lontana dai problemi dei Cittadini (primarie annunciate e non fatte, attacchi infondati e violenti alle persone da parte di chi farebbe di tutto pur di entrare in Consiglio Comunale, equilibri di partiti e coalizioni che rendono i programmi e le scelte concrete da porre in essere un optional, le regole che valgono sempre e solo per gli altri, il curioso rispetto altrui di chi legge suggerimenti sul telefono mentre si fanno dirette streaming!).

    da Paolo Molinelli
         Candidato Sindaco delle Liste Civiche ‘Noi Cittadini’ e ‘Senigallia Bene Comune’

     

          Leggi questo articolo su  Quisenigalllia
         Leggi questo articolo su Centro Pagina
        Leggi questo articolo su SenigalliaNotizie
        Leggi questo articolo su VivereSenigallia

  • Il candidato sindaco Paolo Molinelli incontra le Organizzazioni Agricole

    595694_CfakepathPaoloMolinelliprofilo_ralfSenigallia 17/09/2020 – Mercoledì 16 settembre il candidato Sindaco Paolo Molinelli ha incontrato i responsabili degli uffici locali delle Organizzazioni Professionali Agricole CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), COLDIRETTI (Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti) e COPAGRI (Confederazione Produttori Agricoli), CIA e COPAGRI anche in rappresentanza del Coordinamento nazionale AGRINSIEME che comprende anche l’organizzazione Confagricoltura.

    L’intento è stato quello di ascoltare le proposte e raccogliere gli spunti di riflessione che sono stati molti. Molinelli ha voluto anzitutto sottolineare l’esigenza di dare vita ad una discontinuità, prima di entrare nel merito degli argomenti, nella metodologia di approccio che deve essere sempre quella dell’ascolto e del confronto produttivo per la Collettività. L’incontro odierno è stato una importante occasione di confronto con una realtà presente e radicata nel territorio senigalliese ma della quale si parla raramente. Infatti, nel territorio comunale di Senigallia sono presenti tantissime piccole e medio piccole imprese agricole e molte di queste sono imprese costituite da giovani.

    Sono inoltre presenti anche importanti aziende agricole che operano soprattutto nella coltivazione delle colture industriali e nell’industria agroalimentare, inoltre sono presenti attività legate all’indotto agricolo sia commerciali che di prestazione di servizi. L’agricoltura classica si sta evolvendo e sono soprattutto le aziende agricole condotte dai più giovani che stanno spingendo verso la diversificazione delle attività agricole, con attività agrituristiche, fattorie didattiche, aziende che offrono attività ludiche ricreazionali quali pesca sportiva, passeggiate a cavallo, itinerari per trekking e mountain bike, somministrazione di merende e spuntini, trasformazione e vendita diretta dei prodotti agricoli quali confetture, miele, farine, carne, formaggi e tanto altro ancora.

    Una criticità lamentata e comune anche ad altri e settori produttivi è la burocrazia da parte dell’Ente Pubblico, ma soprattutto la mancanza di ascolto e di confronto con le richieste delle categorie dei produttori agricoli. Il settore agricolo e la normativa che lo regola sono essenzialmente di competenza regionale, nazionale e soprattutto comunitaria, ed il quadro si complica per gli allevamenti animali dove la competenza è anche della sanità con il servizio veterinario. Si verifica spesso che, soprattutto nelle attività più innovative che vengono avviate dalle aziende agricole, i regolamenti comunali non siano adeguati o siano in contrasto con le disposizioni regionali o comunitarie rendendo complicata la loro realizzazione.

    Molinelli ha avuto modo di esplicitare le proposte del programma di governo delle due Liste Civiche ‘Senigallia Bene Comune’ e ‘Noi Cittadini’ in materia di trasparenza (accesso effettivo al Protocollo del Comune, pubblicazione non solo degli Atti di Giunta ma anche delle ‘Determine’ e delle ‘Ordinanze’ dei Dirigenti, pubblicazione preventiva degli Ordini del Giorno delle sedute della Giunta con il potenziamento di ‘Open Municipio’, creazione dell’Ufficio Comunale ‘Urban Center’, ecc.), Fiume Misa (vasche di laminazione da realizzare e fare entrare in funzione solo dopo che la portata di acqua del fiume sarà stata aumentata ripristinando la quota del fondale ai livelli degli anni ’50), ma soprattutto con la realizzazione del Parco fluviale dove sarà strategica l’interazione con le imprese agricole del posto.

    Non ultimo il progetto di creare mercati locali diffusi per la vendita diretta dei prodotti agroalimentari e la promozione turistica non solo per quanto riguarda il lungomare e gli eventi in città, ma anche riguardo alle frazioni che hanno grandi potenzialità per il turismo verde, la possibilità di un’offerta turistica in campagna a due passi dal mare è una grande attrattiva soprattutto per i turisti stranieri; i centri storici delle frazioni sono per questo particolarmente predisposti, ma per fare questo servono servizi appropriati. Di importanza strategica sarà il coinvolgimento soprattutto delle imprese agricole e produttive delle frazioni e degli altri comuni della vallata Misa-Nevola con l’integrazione in reti di servizi diffusi sul territorio.

    Paolo Molinelli ha infine ringraziato i rappresentanti delle Organizzazioni agricole per l’importante occasione di confronto, assumendo l’impegno a continuare il confronto anche successivamente alla tornata elettorale.

  • Il candidato sindaco Paolo Molinelli Incontra i Cittadini della Frazione Roncitelli

    595703_Cfakepath16092020IncontroRoncitelli_ralfSenigallia 17/09/2020 – Mercoledì sera, al Circolo Arci di Roncitelli, si è svolto l’ultimo incontro nelle frazioni del candidato Sindaco Paolo Molinelli.Dopo una breve introduzione al programma con un video, ai residenti di Roncitelli, accorsi numerosi, Molinelli ha parlato trattando nel dettaglio gli 8 punti del programmi. Il candidato ha iniziato parlando dell’intenzione di creare una Municipalizzata a cui affidare tutte le manutenzioni pubbliche che oggi sono affidate a ditte esterne. Con questa Municipalizzata il Comune sarà in grado di recuperare consistenti quantità di denaro e di dare lavoro a 100/150 persone della nostra città, anche quarantenni e cinquantenni con professionalità ed esperienza acquisite ma che adesso si ritrovano senza lavoro.
    Il discorso poi si è sposato sull’ospedale e Molinelli ha indicato le linee guida del programma sull’argomento: Il ritorno al livello di prestazioni dell’ospedale prima del decreto Balduzzi e la creazione di una cooperativa sanitaria con l’obbiettivo di ridurre le liste di accesso alle prestazioni diagnostiche con l’intento di essere anche un aiuto ad altre aree vaste vicine con analoghe problematiche. Molinelli ha trattato poi anche l’argomento fiume con l’escavo per aumentarne la portata in caso di pioggia, il rifacimento dei ponti cittadini e la realizzazione di un nuovo ponte tra Largo Boito e Via Fratelli Bandiera, di trasporti, di cura del verde scarso ed abbandonato in tutta la città e di viabilità con l’assunzione dell’impegno di procedere alla sistemazione della frana sulla via d’accesso a Roncitelli.
    Molti gli apprezzamenti da parte degli intervenuti, sottolineati anche da numerosi applausi, ad un programma dove non ci sono i soliti “vedremo, faremo” ma proposte serie e concrete con alla base tutte le coperture economiche necessarie per realizzarlo. Il prossimo appuntamento è per questa sera al Teatro alla Fenice dove tutti i 7 candidati a Sindaco si ritroveranno per un confronto faccia a faccia sui loro programmi per il futuro di Senigallia.

  • Il Candidato Sindaco Paolo Molinelli, Incontra i Cittadini del Centro Cittadino

    595543_Cfakepath15092020IncontroChiesaCancelli_ralf
     Alla Chiesa dei Cancelli di Senigallia, martedì sera, si è svolto l’incontro del candidato Sindaco Paolo Molinelli, per le Liste ‘Senigallia Bene Comune’ e ‘Noi Cittadini’.Ai Cittadini del centro si è rivolto Molinelli snocciolando i punti di un programma non fatto di buone intenzioni, ma di proposte concrete con alla base le necessarie e reali coperture economiche. Il primo punto toccato da Molinelli è quello di far ritornare i servizi pubblici alla gestione diretta del Comune, tramite una Municipalizzata, e non più come oggi dati a privati esterni. Con questa azione vogliamo far recuperare al Comune consistenti somme economiche spese ogni anno per le esternalizzazioni, al termine naturale di tutti i contratti in essere, e far svolgere poi quei lavori a circa 150 concittadini che verranno assunti e soprattutto potere controllare direttamente la qualità delle prestazioni. Questo perché ad oggi siamo stanchi di pagare per dei servizi che poi non vengono espletati in modalità soddisfacente dato che i risultati delle ordinarie manutenzioni nel nostro Comune sono sotto gli occhi di tutti. Si è passati poi anche a temi più “intricati”, dalla sanità al fiume Misa, dalla disabilità alla scuola, temi che un’Amministrazione Comunale non è in grado di gestire da sola ma che richiedono una collaborazione con la Regione e quale occasione più ghiotta è stata quella di coinvolgere con precise assunzioni di impegno sui nostri punti programmatici uno dei candidati alla Regione Marche.E’ il tentativo di fare politica, rimanendo ai problemi concreti e lasciando agli altri, ai “professionisti della politica”, le pregiudiziali ideologiche. Molinelli ha voluto sottolineare questo passaggio, respingendo con nettezza qualsiasi etichettatura ideologica, perché è solo con il dialogo ed il confronto con chi avrà competenza in materia che si potranno ottenere i risultati, e sottolinea “se saranno poi disattesi vedremo, ma sicuramente alzeremo la voce qualora le nostre richieste non verranno ascoltate, cosa che l’Amministrazione non ha fino ad ora fatto in modo risolutivo come ad esempio con l’ospedale”. Da parte dei partecipanti sono emerse richieste di chiarimenti poi per la gestione dei parcheggi in centro da due punti di vista: quello del residente e quello di chi viene in città. Sicuramente fondamentale sarà la creazione di nuovi posti auto, come indicato nel programma, al vecchio Politeama Rossini e la possibilità da valutare con la proprietà privata un parcheggio multipiano agli “Orti del Vescovo” o all’ex Palazzetto del Turismo, dietro la stazione, poi la rivisitazione complessiva della viabilità con il ponte aggiuntivo che servirà proprio a mantenere pedonale il ponte ‘II Giugno’, la card al costo di 30,00 annui, per i residenti.Questi sono spunti ovviamente e ieri sera se ne dibattuto con la cittadinanza, ci si è confrontati proprio sulle possibili soluzioni, con l’unico intento di riuscire a fare le scelte migliori per il bene della nostra Città. Infine il rilancio del turismo come strumento di rinascita di una Città, che pur con delle grandi potenzialità, ha visto nel corso degli anni una riduzione delle presenze con alcune proposte, poi da valutare in corso d’opera con gli operatori, come la ‘Tassa di Soggiorno Free’, oppure sgravi per riqualificare le strutture ricettive. Tutte proposte da valutare ma Molinelli, se sarà Sindaco, vorrà fare da “cabina di regia” per far confluire tutte le proposte delle parti attive e per far ripartire il turismo e l’indotto che ne comporta. Ci vediamo questa sera 16 settembre a Roncitelli per l’ultimo incontro con le Frazioni.

  • Il Candidato Sindaco Paolo Molinelli, incontra i cittadini del quartiere Capanna

    595116_Cfakepath14092020IncontroviaCapanna_ralfSenigallia 15/09/2020 – Continuano senza sosta gli incontri del candidato Sindaco Paolo Molinelli con i Cittadini residenti nelle frazioni, nei borghi e nei quartieri senigalliesi anche nell’ultima settimana di campagna elettorale: lunedì sera 14 settembre al circolo Arci Capanna era previsto il secondo della giornata.

    Diversi i temi trattati durante la presentazione dell’innovativo programma di cambiamento proposto dalle due liste civiche, NOI CITTADINI e SENIGALLIA BENE COMUNE, di cui il candidato Sindaco è principale protagonista. Sono emerse da parte dei numerosi presenti varie problematiche tra le quali la viabilità per il troppo traffico presente in zona che sicuramente peggiorerà con l’apertura ormai prossima del nuovo centro commerciale in fondo alla strada, anche a causa della nuova rotatoria che risulta non essere adeguata alle esigenze, come altre già presenti in città, e della mancanza di collegamenti in orari più adeguati di mezzi pubblici che alleggerirebbero una situazione così congestionata per la presenza di numerosi plessi scolastici, palazzetto dello sport, centri di integrazione sociale, edifici di pubblica edilizia.

    Era prevista la costruzione di un tracciato di collegamento tra la strada del giardino e l’arceviese, ma finora non è stato realizzato. Altro tema su cui sono intervenuti i presenti è stato quello della sanità ed il candidato Sindaco ha esposto i punti presenti nel programma per risolvere il problema delle liste d’attesa lunghissime e della apposita creazione delle Cooperativa Sanitaria Comunale convenzionata con l’ASUR, peraltro già realtà in altre città, e del continuo depotenziamento del nostro ospedale in linea con quanto previsto dal piano sanitario approvato nel 2019, provvedimento contro il quale i rappresentanti delle due Liste cittadine si batteranno strenuamente. Si è inoltre affrontato il tema della sicurezza del fiume Misa.

    Il candidato Sindaco ha espresso il più profondo suo rammarico per la mancanza di ascolto, di confronto e di risposte da parte dell’attuale Amministrazione nei confronti dei Cittadini, delle categorie e dei tantissimi Comitati. Un prossimo incontro è previsto per questa sera martedì 15 settembre, alle 21.15, alla Chiesa dei Cancelli, durante il quale il candidato Sindaco ascolterà i residenti dalla zona centro della nostra città.